Borsa: l’Europa torna in rosso, corrono i petroliferi

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 04 OTT – Peggiorano verso fine seduta le principali Borse europee. La peggiore è Francoforte (-0,8%), seguita da Parigi (-0,5%), Londra (-0,08%) e Madrid (+0,09%), dove i dati sul calo della disoccupazione di settembre diffusi la mattina sono stati da record. In linea Milano (-0,5%), con lo spread sostanzialmente stabile a 104,8 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,83%. Analogo l’andamento di Wall Street, che secondo gli analisti vedono prevalere i timori di inflazione, mentre dopo la decisione dell’Opec plus sull’aumento della produzione per novembre, il greggio vola (wti +2,8%) a 78,01 dollari al barile e il brent a 81,6 euro.
    L’indice d’area del Vecchio continente, Stoxx 600, cede quasi lo 0,4%, con i semiconduttori molto pesanti, da Be Semiconductor (-3,7%) a Asm (-3,6%). Male le auto, in particolare Porsche (-1,8%) , Volkswagen (-1,6%) e Ferrari (-1,2%). Quasi tutte in rosso le banche , da Nordea (-6,6%) a Ing (-3,3%) e Virgin Money (-3,2%). Bene le utility, come Rwe (+1,7%) e A2a (+1%) Corsa dei petroliferi, iniziando da Lundin (+3,8%), Aker (+3,6%), Galp (+3,3%) e Repsol (+3,2%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source