Borsa: Milano +1,9% con Tim, in flessione le utility

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 14 MAR – La Borsa di Milano (+1,9%) prosegue tonica, in linea con gli altri listini europei mentre si guarda alle trattative tra Russia e Ucraina. Mentre resta alta l’attenzione sulla guerra, si guarda anche alla riunione della Fed di mercoledì con i titoli di Stato che registrano una tensione sui rendimenti. Lo spread tra Btp e Bund prosegue a 160 punti, con il tasso del decennale italiano all’1,95%. In rialzo anche il decennale statunitense che si attesta al 2,09%.
    A Piazza Affari prosegue la corsa di Tim (+4,4%), con il cda che apre alla proposta di Kkr. Il titolo sale a 0,30 euro mentre la proposta iniziale per una eventuale opa da parte del fondo era di 0,50 euro. In volata anche Stellantis (+5,2%) e Bper (+6,4%). Sugli scudi anche Mediaset con le azioni MfeB (+4,2%), dopo le indiscrezioni di una ipotesi di conquistare il controllo di Mediaset Espana.
    Seduta in calo per le utility, con il prezzo del gas in calo.
    In fondo al listino principale Snam (-1,1%), Hera (-0,7%), A2a (-0,3%). Male anche Erg (-1,8%) e Alerion (-1,4%). Con il petrolio in calo soffre Tenaris (-1,3%), debole Eni (-0,3%), positiva Saipem (+0,5%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source