Borsa: Milano accelera (+1%), balzo Saipem, Cucinelli e Tim

Pubblicità
Pubblicità

Accelera Piazza Affari nell’ultima ora di scambi, con l’indice Ftse Mib in crescita dell’1% a 31.466 punti. Scende a 154,6 punti il differenziale tra Btp e Buind decennali tedeschi, che si mantiene sopra il valore segnato in apertura, con il rendimento annuo italiano in ribasso di 4,8 punti al 3,91% e quello tedesco di 1,4 punti al 2,36%.
    Sugli scudi Tod’s (+18,21% a 42,98 euro), che si avvicina ai 43 euro dell’Opa di Crown Bidco (L Catterton Management) sul 33% del capitale, che lascia alla famiglia Della Valle la maggioranza azionaria (54%) e punta al ritiro del titolo dal listino. Obiettivo analogo ha l’offerta di Vitol alla famiglia Moratti per il 35% di Saras (-4,01% a 1,72 euro). Il gruppo olandese ha messo sul piatto però 1,75 euro, deludendo il mercato che se ne aspettava 2,2, come circolato venerdì scorso, nonostante le smentite degli stessi Moratti.
    Sprint di Saipem (+5,42%), in vista dei conti del prossimo 28 febbraio, mentre il Cda di Tim (+2,44%) si riunirà tra due giorni per presentare i risultati il 15 febbraio. Sugli scudi Ferragamo (+6,2%) e Cucinelli (+2,2%), seguite a distanza da Moncler (+1%). Acquisti su Tenaris (+1,56%), Snam (+1,38%) ed Eni (+1%), deboli Amplifon (-0,98%) e Mediobanca (-0,77%).
    Scivolone di Bioera (-4,55%), di cui la Consob ha attestato la non conformità del bilancio 2022 dopo un’istruttoria durata quasi 3 mesi.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source