Borsa: Milano accentua il calo (-0,5%), petroliferi pesanti

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 27 OTT – Accentua il calo Piazza Affari (-0,5%) nella tarda mattina, con pochi titoli rimasti in positivo. I dati sul commercio estero di settembre intanto mostrano un saldo in calo. In cima al listino principale nell’industria Interpump (+1%) e Campari (+0,8%) il giorno dopo i conti. Bene le utility, come nel resto dei mercati europei, da Hera (+0,3%) a Italgas (+0,1%), dopo i conti prima dell’avvio di seduta. Guadagna Enel (+0,3%), In rialzo i farmaceutici, da Diasorin (+0,2%) a Recordati (+0,1%). Bene Mediobanca (+0,4%), che attende la trimestrale a fine mattinata.
    In rosso una parte delle banche, a iniziare da Bper (-1,5%) a Banco Bpm (-0,8%), Intesa (-0,6%) e Unicredit (-0,05%), quest’ultima nel giorno del cda sulla trimestrale, dopo avere interrotto la trattativa per Mps (-0,5%). Qualche guadagno per Fineco (+0,5%) e Carige (+0,7%). Lo spread Btp-Bund è tornato in discesa a 11 punti e il rendimento del decennale italiano è sceso allo 0,95%. Male i petroliferi, da Saipem (-1,8%) all’impiantistica di Tenaris (-1,4%) e a Eni (-0,8%), con il greggio in deciso calo (wti -1,7%) a 83,2 dollari al barile e il brent a 85,2 dollari. In ribasso Cnh (-1,6%) e le auto, da Ferrari (-0,6%) a Stellantis (-0,5%), male Exor (-1,3%). In calo tra i semiconduttori Stm (-1,4%), nell’industria soprattutto Buzzi (-1%). In rosso il lusso con Moncler (-0,8%) alla vigilia dei conti, bene Cucinelli (+1,9%). In calo Tim (-0,6%), nel giorno del Cda.
    Tra i titoli a minore capitalizzazione vola Alerion (+9,3%) e corre Irce (+3,1%), tonfo di Eprice (-9%) e male Netweek (-3,3%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source