Borsa: Milano avanza e guida listini europei, male Mps

Pubblicità
Pubblicità

La Borsa di Milano (+0,5%) avanza e guida i listini europei che procedono in ordine sparso. A Piazza Affari è in flessione Mps (-2,9%), dopo lo stop del negoziato tra Unicredit (-0,8%) e il Tesoro. Tra gli istituti di credito si mette in mostra Banco Bpm (+3%), con gli analisti che la vedono come una possibile preda della banca guidata da Andrea Orcel. Lo spread tra Btp e Bund scende a 108 punti, con il rendimento del decennale italiano allo 0,99%.
    Le altre banche si muovono in ordine sparse con Carige (-1,3%) in flessione mentre avanzano Bper (+1,3%), Popolare Sondrio (+1,2%) e Intesa (+0,7%). Brilla Exor (+5%) dopo le indiscrezioni di stampa circa le trattative per la vendita di PartnerRe alla francese Covea. Nell’ambito assicurativo è in flessione Cattolica (-2,2%) mentre sale Generali (+1,9%).
    In positivo i titoli legati al petrolio. Avanzano Saipem (+1,5%), Eni (+0,9%) e Tenaris (+0,2%). Contrastate le utility dove sono in rosso A2a (-0,9%) e Enel (-0,2%) mentre sono in rialzo Italgas (+0,9%) e Snam (+0,6%), piatta Hera (-0,03%).
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source