Borsa: Milano cede lo 0,89%, Tim perde oltre il 16%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 03 MAR – La Borsa di Milano viaggia in linea con gli altri listini che guardano al conflitto in Ucraina e alla seconda giornata di negoziati tra Mosca e Kiev mentre la Russia è pronta a creare corridoi umanitari ovunque.
    Ad incidere sul Ftse Mib (-0,89% a 24.315 punti) le vendite, fin dall’avvio e con diversi stop & go, su Tim (-16%) con il titolo che dopo i conti e il piano, è sui minimi storici.
    Male poi Enel (-2,19%) e Terna ( (-1,15%) mentre, sempre nell’energia, Saipem che in partenza è arrivata a guadagnare oltre il 5%, lima a +1,34%. Tra i bancari Banco Bpm è la più pesante e perde il 3,3%, segue Bper (-2,63%). Restano sotto la lente Intesa Sanpaolo (-1,23%) che valuta la presenza in Russia, e Unicredit (-1%) che nei giorni scorsi ha indicato di monitorare la situazione spiegando che la banca in Russia rappresenta circa il 3% dei ricavi e del capitale allocato del gruppo. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source