Borsa: Milano cerca recupero senza successo, rally Tenaris

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 07 MAR – Seduta in altalena a Piazza Affari che termina in calo dell’1,36% una seduta partita con uno scivolone del 6%, in linea con tonfo di venerdì, e un successivo tentativo di recupero con rialzi nell’ordine dell’1% nel primo pomeriggio.
    A brillare tutta la giornata è Tenaris (+13,03%): il gruppo di tubi per l’industria del petrolio e del gas, oltre che a muoversi in linea con i titoli petroliferi, come Eni (+4,92%), e dell’energia grazie ai rialzi delle quotazioni di greggio e metano, è aiutato anche dalle ipotesi di nuove commesse visto l’orientamento dell’Europa a ridurre gli attuali canali di approvvigionamento alla Russia. Ragionamenti simili aiutano il produttore di cavi per l’energia Prysmian (+4,47%). Leonardo (+2,8%), attiva nella Difesa, continua invece a beneficiare del riarmo dell’Ucraina.
    Sulle montagne russe Tim, il cui amministratore delegato, Pietro Labriola, ha incontrato gli investitori per illustrare il suo piano: il titolo finisce in ribasso (-5,45% a 0,23 euro) su un nuovo minimo storico.
    I peggiori sono gli automobilistici Stellantis (-6,4%) e Ferrari (-5,68%) e, fra le banche Unicredit (-5,59%), tutti penalizzati dagli effetti della guerra portata dalla Russia in Ucraina. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source