Borsa: Milano chiude debole (-0,05%), corre A2a, giù Unicredit

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 25 NOV – Piazza Affari ha chiuso poco sotto la parità una seduta piuttosto interlocutoria, con gli investitori americani poco attivi per il Black Friday, che ha seguito la chiusura festiva per il Ringraziamento. L’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,05% a 24.718 punti, tra scambi limitati a 1,47 miliardi di euro di controvalore, lievemente sopra al dato della vigilia, ma inferiori alla media. In rialzo a 186,8 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo italiano in crescita di 18,1 punti al 3,83%, contro i 12,4 punti in più all’1,968% dei titoli tedeschi.
    La migliore è stata A2a (+2,32%), seguita da Buzzi (+1,78%), Poste (+1,77%), Leonardo (+0,92%) ed Eni (+0,8%), favorita dalla parziale rimonta del greggio, con il Wti comunque sempre sotto gli 80 dollari al barile. Più caute Iveco (+0,9%) e Tenaris (+0,55%), poco mossa invece Tim (+0,13%) in attesa di novità sul progetto per la rete unica. E’ risalita nel finale Cnh (+0,03%), mentre ha solo sfiorato la parità Stellantis (-0,03%). In ordine sparso i bancari Bper (+0,66%), Banco Bpm (+0,48%), Intesa (-0,07%) e Unicredit (-1,62%), maglia nera tra le blue chip.
    Sotto torchio anche Campari (-1,45%), più caute Interpump (-0,78%), Stm (-0,67%), Saipem (-0,62%) e Moncler (-0,27%). Tra i titoli a minor capitalizzazione sprint di Zucchi (+11,38%) ed Iren (+2,93%), sotto pressione invece Netweek (-11,22%) e DeLonghi (-2,72%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source