Borsa: Milano chiude in calo con Europa, scivola Campari

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 23 FEB – La Borsa di Milano (-0,34%), conclude la seduta in calo, in linea con gli altri listini europei. La seduta è stata nuovamente caratterizzata dal nervosismo per le tensioni geopolitiche e per i timori di una nuova fiammata dei prezzi, guidata dai rincari dell’energia.
    Lieve tensione sui titoli di Stato con lo spread tra Btp e Bund che chiude a 171 punti, in rialzo rispetto ai 168 punti di ieri, e con il rendimento del decennale italiano che sale all’1,937%.
    A Piazza Affari scivola Campari (-9,8%), nel giorno dei conti in crescita a doppia cifra ma inferiore alle attese e con l’aumento dei costi a causa dell’inflazione che ha portato a posticipare gli obiettivi per il 2022. In flessione anche Cnh (-6,1%) e Saipem (-5,2%), quest’ultima alla vigilia dei conti che sveleranno il rosso del 2021. Andamento negativo anche per le banche con Banco Bpm (-3,9%), Bper (-2,9%), Intesa (-1,5%), Mps (-1,4%) e Unicredit (-0,4%).
    Male anche Tim (-3,3%), nel giorno delle manifestazioni dei sindacati e con l’ipotesi di cessione della quota di Inwit (+1,8%). Sugli scudi Stellantis (+4,4%), con i risultati del primo anno che ha visto l’utile netto quasi triplicato a 13,4 miliardi di euro su base pro forma. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source