Borsa: Milano chiude in rialzo con banche e energia

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 21 DIC – La Borsa di Milano (+1,82%) chiude in rialzo a 26.653 punti, ai massimi dal 17 dicembre scorso, e indossa la maglia rosa in Europa. Sui listini del Vecchio continente scattano le prese di profitto dopo la flessione della vigilia. Brinda l’energia con il rialzo del petrolio mentre concludono la sessione in calo le utility con la fiammata del prezzo del gas. Lo spread tra Btp e Bund sale a 131 punti base, con il rendimento all’1%.
    A Piazza Affari sugli scudi Saipem (+4,1%. Bene anche Eni (+2,9%) e Tenaris (+3,3%). Si mette in mostra anche il comparto dell’auto dove brillano Cnh (+3,5%) e Stellatis (+3,1%).
    Avanzano anche Pirelli (+1,4%) e Brembo (+0,8%). Buona performance per le banche. Unicredit sale del 3,5%, Banco Bpm (+3,3%), Intesa (+2,3%) e Mps (+0,7%). Positiva Carige (+1,7%), in attesa di eventuali sviluppi con Bper (+3,2%) dopo la decisione del Fitd. In ordine sparso le assicurazioni con Unipol (+2,3%) e Generali (-0,5%).
    Con il prezzo del gas balzato ad Amsterdam oltre 180 Mwh, le utility concludono in ordine sparso le contrattazioni. In calo Italgas (-0,5%) mentre sono in positivo A2a (+1,4%) e Snam (+0,7%). Contrastata anche la moda, con i timori di nuove restrizioni per contenere i contagi del coronavirus. Vendite su Moncler (-0,6%) e Ferragamo (-0,4%), avanza Cucinelli (+0,4%), piatta Tod’s (-0,04%). Cresce Tim (+0,5%), alle prese con l’offerta del fondo americano Kkr. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source