Borsa: Milano chiude in rialzo con Europa, vola l’energia

Pubblicità
Pubblicità

La Borsa di Milano (+0,7%) chiude in rialzo, in linea con gli altri listini europei ed in scia con Wall Street. I mercati guarda alle parole del presidente della Fed, Jerome Powell, che si dice favorevole a un aumento dei tassi di interesse di un quarto di punto in marzo. A Piazza Affari andamento positivo per l’energia, con il rialzo del prezzo del petrolio, e le banche. Lo spread tra Btp e Bund torna a salire e chiude a 153 punti, con il rendimento del decennale italiano all’1,55%.
    Tra i titoli energetici si mettono in mostra Tenaris (+4,9%), Saipem (+3,8%) e Eni (+1,9%). Riprendono fiato anche le banche con Mps (+2,6%), Intesa (+1,4%) e Unicredit (+2,1%). In controtendenza Banco Bpm (-0,1%) e Bper (-0,4%). Nel listino principale in luce Prysmian (+4,2%), dopo i risultati in crescita del 2021. Piatta Tim, nel giorno del cda per i conti.
    Andamento negativo per le utility, con le quotazioni del gas che volano. In flessione A2a (-2,1%), Hera (-1,5%), Alerion (-2,6%), Snam (-1,4%), Italgas (-0,6%), mentre è piatta Enel (-0,07%). Concludono la seduta in terreno negativo Leonardo (-1,5%), dopo i sostenuti rialzi dei giorni scorsi, e Terna (-2,4%). 
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source