Borsa: Milano chiude in rialzo, scivola l’energia

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 15 DIC – La Borsa di Milano (+0,4%) chiude in terreno positivo, sostenuta dalle utility. A Piazza Affari vola Carige (+13,65%) a 0,762, che resta sotto il prezzo di 0,8 euro annunciato da Bper (+6,1%) per l’Opa successiva all’acquisto del pacchetto dell’88,3% che fa capo a Fitd e a Ccb. Corre anche Unipol (+1,3%), azionista della banca emiliana.
    Lo spread tra Btp e Bund scende a 128 punti base, con il rendimento del decennale italiano allo 0,916%.
    Scivola l’energia con il prezzo del petrolio in calo. Male Tenaris (-3,1%), Eni (-2%), Saipem (-1,6%). Tra le utility si mettono in mostra Terna (+1,6%), Enel (+1,1%), Italgas (+1,2%), Hera (+0,8%) e Snam (+0,6%), mentre è in controtendenza A2a (-2%). Banche in ordine sparso. Oltre alle protagoniste del futuro matrimonio archivia la seduta in rialzo anche Mps (+1,1%), in vista del cda di venerdì per l’approvazione del piano industriale. In calo Unicredit (-1,8%), Banco Bpm (-0,2%) e Intesa (-1%).
    In terreno positivo Generali (+0,1%), nel giorno del piano industriale. Bene anche Tim (+0,2%), alle prese con la proposta di Kkr e in vista del cda di venerdì. Da segnalare anche il via libera dell’Ue ai voucher per le pmi per un totale di 610 milioni. Sugli scudi la farmaceutica con Recordati (+2,6%) e Diasorin (+2,4%), quest’ultima in attesa del nuovo piano industriale che sarà presentato venerdì. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source