Site icon Notizie italiane in tempo reale!

Borsa: Milano chiude poco mossa (-0,04%), giù Moncler e Nexi

(ANSA) – MILANO, 20 AGO – Piazza Affari ha chiuso l’ultima seduta della settimana in lieve calo, vicino alla parità (Ftse Mib -0,04% a 25.918 punti). Di nuovo nella norma del mese di agosto gli scambi, per 1,7 miliardi di euro di controvalore, dopo l’eccezione della vigilia, quando si sono raggiunti i 2,6 miliardi. In linea con il livello registrato in apertura lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che ha chiuso a 104,2 punti, con il rendimento annuo dei titoli decennali in calo di 1,6 punti base allo 0,545%.
    L’indi ce milanese è migliorato nel finale, insieme agli altri listini europei sulla scia di Wall Street, dopo una giornata piuttosto debole, con l’indice in calo di oltre mezzo punto percentuale. Le vendite si sono concentrate su Moncler (-1,79%), sull’onda lunga dei timori che una nuova austerità in Cina possa penalizzare il comparto del lusso, debole ieri su tutti i listini, ma in ripresa oggi. In calo anche Nexi (-1,62%), A2a (-1,31%), Fineco (-1,26%) e Stellantis (-1,15%), che ha sofferto insieme al resto del comparto auto per la mancanza di microchip, che ha invece favorito Stm (+1,52%).
    Pochi i rialzi sul listino principale, concentrati su Diasorin (+1,68%), Enel (+1%), Recordati (+0,67%) e Intesa (+0,53%). Bene anche Banco Bpm (+0,42%) e Unicredit (+0,4%), a differenza di Bper (-0,34%) ed Mps (-1,02%), che ha chiuso sopra ai minimi una seduta difficile, condizionata dai timori per un nuovo aumento di capitale, che potrebbe raggiungere quota 3 miliardi, in vista dell’integrazione con Unicredit.
    Difficoltà anche per Prysmian (-1,13%), Leonardo (-0,98%), Campari (-0,94%), Tenaris (-1,46%) e Pirelli (-1,34%).
    L’ennesimo calo del greggio (Wti -1,32% a 62,85 dollari al barile) ha frenato solo parzialmente Eni (-0,14%), più debole invece Saipem (-0,88%). (ANSA).
   



Go to Source

Exit mobile version