Borsa: Milano corregge ancora massimi da 2008, bene Tim

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 11 AGO – Senza sorprese dall’inflazione statunitense, le Borse europee hanno potuto proseguire nel loro trend positivo, con Piazza Affari di qualche frazione ancora migliore degli altri listini: l’indice Ftse Mib è salito dello 0,98% a 26.457 punti, ritoccando i massimi dal settembre 2008, l’Ftse All share è cresciuto dello 0,99% a quota 29.027. Londra ha invece chiuso in aumento dello 0,83%, Parigi in crescita dello 0,55% e Francoforte positiva dello 0,35%.
    Con lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni a 103 punti base, il mercato milanese ha continuato ad attrarre acquisti: il Banco Bpm è stato il titolo migliore della seduta tra quelli principali con una chiusura in aumento del 3,8% a 2,82 euro, seguito da Buzzi (+3,2%) e Tim, salita del 3,1% con un’accelerazione nella parte finale della giornata. Molto bene anche Bper (+2,9%), Prysmian (+2,8%), con Leonardo e Unicredit che hanno chiuso in crescita entrambe del 2,4%.
    In aumento del 2,1% finale a 3,8 euro la Banca Popolare di Sondrio dopo le ricostruzioni di stampa di una Bce in ‘pressing’ per il passaggio alla società per azioni, solida Intesa (+1,7%).
    Calme le banche al centro delle ipotesi di aggregazione del settore, con Carige in crescita dello 0,4% finale e Mps dello 0,1%.
    Nel paniere a elevata capitalizzazione solo qualche limatura: Atlantia ha chiuso di poche frazioni sotto la parità, Campari è scesa dello 0,1% e Stm dello 0,4%. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source