Borsa: Milano debole (-0,55%), calo greggio frena Eni e Tenaris

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 23 SET – Appare debole Piazza Affari nella prima ora di scambi, con l’indice Ftse Mib in calo dello 0,55% a 21.678 punti. Scende a 219,8 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi con il rendimento annuo italiano in ribasso di 3,8 punti al 4,115%. Il calo del greggio (Wti -1,37% a 82, 34 dollari al barile) frena Eni (-2,19%), Tenaris (-2,68%) e Saipem (-1,93%), oggetto quest’ultima di prese di beneficio dopo la corsa della vigilia. Debole Stellantis (-1,35%) insieme al resto del comparto auto in Europa, prese di beneficio invece sui bancari Banco Bpm (-0,99%), Unicredit (-0,82%) e Intesa (-0,57%), mentre tiene Bper (+0,46%) e corre Mps (+2,5%), sulla scia del balzo della vigilia.
    Pochi i rialzi, limitati a Tim (+1,8%), Amplifon (+1,57%), Inwit (+0,86%), Italgas (+0,78%) e Diasorin (+0,25%). Tengono anche Unipol (+0,45%), Snam (+0,26%). Invariata Atlantia (+0,04%), fiacca Generali (-0,34%). Tra i titoli a minor capitalizzazione balzo di Digital Bros (+13,39%) e Kme (+6,13%), sotto pressione invece B&C Speakers (-4,66%) e Alerion (-4,57%).
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source