Borsa: Milano in calo (-0,03%), pesano utility e industria

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 13 DIC – Perde smalto Piazza Affari nel primo pomeriggio, con utility, industria e petroliferi a pesare in negativo. In rosso, tra gli altri, Hera (-1,7%), Enel (-0,9%) e Snam (-0,7%) tra le utility, Interpump e Leonardo (-0,9% entrambi) nell’industria. In negativo tra i petroliferi Eni (-0,7%) e Saipem (-0,4%), non l’impiantistica di Tenaris (+0,1%), mentre il greggio è in calo (wti -0,4%) a 71,3 dollari al barile e il brent a 74,7 dollari. Forte il rincaro del gas in Europa, con le quotazioni ad Amsterdam (+11%) a 117,4 euro al MWh. Tra i titoli in ribasso la paytech Nexi (-1,8%) e Exor (-1,4%).
    In positivo Amplifon (+1,4%), tra le banche soprattutto Banca Generali (+1,4%), Banco Bpm (+1%) e Unicredit (+0,5%), mentre lo spread Btp-Bund è risalito verso i 130 punti base, col rendimento del decennale italiano allo 0,92%. In rialzo tra i semiconduttori Stm (+1,1%). Guadagna Tim (+0,5%), ma ridimensionando i margini rispetto al picco della mattina, su cui Kkr potrebbe lanciare la propria offerta anche in assenza di due diligence. A galla le auto, con Stellantis (+0,1%) e Ferrari (+0,3%).
    Tra i titoli a minore capitalizzazione sprint per Piovan (+22,3%) e Fidia (+14,9%), male Exprivia e Esprinet (-3,8% entrambi). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source