Borsa: Milano in calo con Stm, Interpump e Ferrari

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 04 OTT – Piazza Affari avvia la settimana in calo, al pari delle principali Borse europee, su cui pesano ancora i timori per l’andamento dell’inflazione e dei suoi impatti sulla crescita e sulle politiche espansive delle banche centrali. A Oriente si guarda agli sviluppi della crisi del colosso immobiliare Evergrande, che potrebbe fare cassa con la vendita del 51% della controllata Evergrande Property Services Group per 5,1 miliardi di dollari.
    Sul listino milanese il Ftse Mib cede lo 0,7%, con le vendite che colpiscono Stm (-2,3%), Interpump (-1,3%) e Moncler (-1%).
    Fiacche le banche con Bper e Unicredit (-0,8%), con quest’ultima in attesa di sviluppi nelle trattative con Mps dopo le elezioni suppletive a Siena. Debole Azimut nel risparmio gestito (-0,8%) e in affanno le auto con Ferrari (-1,3%) e Stellantis (0,9%).
    Tira il fiato la speculazione su Mediobanca (-0,5%) e Generali (-0,5%) mentre Cattolica (+0,14%) resta sopra il prezzo dell’opa del Leone nel giorno in cui parte l’offerta pubblica di acquisto. In controtendenza Campari (+0,5%), Mediolanum (+0,3%) e Amplifon (+0,3%) (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source