Borsa: Milano in lieve rialzo (+0,1%), banche deboli

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 04 OTT – È in lieve rialzo Piazza Affari (+0,15%) nel primo pomeriggio, in linea con le altre principali Borse europee. Sono i petroliferi a sostenere il listino principale, nella giornata in cui l’Opec plus dovrebbe decidere se mantenere o meno per novembre l’aumento di 400.000 barili al giorno, col greggio in rialzo (+1,7%) a 77,1 dollari al barile e il brent a 80,7 dollari. Bene Cnh (+1,7%) e nel lusso prosegue in rialzo come i giorni precedenti Moncler (+1,7%). In rialzo Tim (+1,6%). Guadagnano Poste (+0,5%) e Enel (+0,4%), che intende triplicare la capacità di generare rinnovabili per il 2030 ed eliminare il carbone entro il 2027.
    Deboli le banche, con gli analisti che ricordano come le moratorie sui prestiti dovrebbero scadere a dicembre 2021. Sono piatte Unicredit (+0,02%) e Fineco (+0,07%), in calo Bper (-0,1%), Intesa e Banco Bpm (-0,4%). Lo spread Btp-Bund è in lieve calo a 104,4 punti e il rendimento del decennale italiano stabile allo 0,83%. Bene quelle d’affari, in particolare Mediolanum (+1,6%). In fondo al listino principale ci sono i semiconduttori, con Stm (-1,5%) e Exor (-1,1%), insieme ad alcuni titoli industriali, come Interpump e Prysmian (-1%). Tra le auto in rosso Ferrari (-0,8%) e piatta Stellantis (+,03%), dopo un settembre difficile per le auto in Italia e in Spagna con le carenze di chip e una tendenza negativa negli Usa per il terzo trimestre.
    Tra i titoli a minore capitalizzazione corsa per Caleffi (+5,7%9 e Triboo (+5%), tonfo per Bioera (-7%) e Sabaf (-4,7%).
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source