Borsa: Milano incerta con Europa, bene Poste

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 10 NOV – Piazza Affari e le altre Borse europee si muovono incerte dopo le elezioni di ‘midterm’ negli Stati Uniti: a Milano l’indice Ftse Mib dopo una partenza leggermente negativa ondeggia attorno alla parità, sostenuto soprattutto da Poste che sale del 3% a 9,6 euro dopo i conti.
    Bene con la trimestrale anche Generali (+1,7%) e il Banco Bpm, che cresce di circa due punti a quota 3,22. Piatta Mps, mentre tra i titoli principali i cali maggiori sono accusati da Iveco, che cede il 3% sotto quota sei euro, seguito da Hera e Tenaris in calo del 2%.
    Tim, dopo essere partito in calo di oltre il 4% è stato poi sospeso in asta di volatilità e ora sale attorno all’1% a 0,235 euro in un clima che resta molto volatile dopo la forte svalutazione sugli asset fiscali e con i primi nove mesi dell’anno che, senza questo adeguamento, si sono chiusi in perdita di 361 milioni. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source