Borsa: Milano indietreggia con l’Europa e lima a +0,16%

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 30 SET – La Borsa di Milano perde, cosi come i listini europei, la spinta dell’avvio e finisce con l’azzerare i guadagni in una seduta, l’ultima del mese, caratterizzata da una estrema volatilità anche per la rotazione dei portafogli. Il Ftse Mib naviga così a +0,16% (25.777 punti) mentre l’inflazione a settembre è balzata al 2,6%. Cedente Francoforte (-02%) con la disoccupazione in Germania stabile al 5,5 per cento.
    Si adeguano alla generale instabilità anche Londra (+0,3) e Parigi (+0,23%). Su Piazza Affari pesano le vendite su Unicredit (-1,57%) e Tim (1-,5%) già in calo alla vigilia sulla debolezza del real brasiliano. Vendite inoltre su Nexi (-1,1%) e Prysmian (-0,97%) . Resta nell’energia in evidenza Eni (+1,07%) con il petrolio in recupero: il Wti è sulla soglia dei 75 dollari al barile mentre il Brent viaggia a 78,6 dollari al barile. Bene anche Tenaris (+1,5%) e nel farmaceutico Recordati (+1,8%). Lo spread tra Btp e Bund è stabile a 103 punti base con rendimento del decennale a ridosso dello 0,82%. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source