Borsa: Milano medaglia argento d’Europa (-0,5%), giù Bper

Economia

(ANSA) – MILANO, 18 GIU – Seduta nervosa per Piazza Affari, che ha conquistato comunque la medaglia d’argento in Europa, dopo Londra, limitando il calo allo 0,5%, con lo spread sceso sotto quota 179 punti. Nella norma gli scambi, per 2,4 miliardi di euro di controvalore. Con Wall Street contrastata dopo sussidi di disoccupazione in aumento oltre le stime e in attesa del discorso della presidente della Fed di Cleveland Loretta Mester, Piazza Affari si è mossa con un certo affanno per i titoli bancari, ad eccezione di Mediobanca (+1,79%). Fineco (-3,38%) e Bper (-2,75%)) sono stati i titoli peggiori.
    Quest’ultima si è impegnata ad assorbire 5.300 sportelli dalla fusione tra Ubi (+0,39%) e Intesa (-1,06%), in caso di buon esito dell’Ops lanciata dalla Ca’ de Sass. In calo anche Unicredit (-1,88%) e Banco Bpm (-1,82%). Debole Eni (-0,69%), nonostante il rimbalzo del greggio (Wti +2,11% a 38,76 euro), mentre Fca (-0,31%) si è adeguata al settore auto in Europa dopo una breve incursione in territorio positivo. Pesano sul comparto le immatricolazioni di auto e la delusione per gli incentivi in Germania, limitati ai soli veicoli ricaricabili. In controtendenza Prysmian (+1,63%), Stm (+1,33%) e Italgas (+1,24%), sull’onda lunga delle stime per l’intero esercizio e del successo del bond da 500 milioni collocato nella vigilia.
    Segno meno per Tim (-1,87%) e Pirelli (-1,65%), positiva Mediaset (+0,32%). (ANSA).
   



Go to Source

Commenti l'articolo