Borsa: Milano migliora (+1,3%) con banche e energia, giù Tim

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 29 NOV – Migliora Piazza Affari nel primo pomeriggio (+1,4%), spinta soprattutto da banche ed energia. Con lo spread Btp-Bund risalito a 130,3 punti e il rendimento del decennale italiano all’1%, la banca migliore è Banco Bpm (+2,7%), seguita da Unicredit (+2,6%), completata la vendita di 2,2 miliardi di npl, Banca Generali (+1,8%), Mediobanca (+1,7%) e Banca Mediolanum (+1,6%). Tra i petroliferi, con il greggio in forte crescita (wti +5,3%) a 71,7 euro) e il brent a 76 euro, spicca Eni (+3,5%) e guadagnano bene anche Saipem (+2,9%) e l’impiantistica di Tenaris (+2,5%). Nel lusso corre Moncler (+3,3%), bene Cucinelli (+1,3%), in linea col comparto ottimista in tutta Europa, con la ripresa che spinge soprattutto dalla Cina e dagli Usa. Bene Poste (+2,2%). Tra le auto in forma Ferrari (+1,9%) e Stellantis (+1,1%).
    In calo Tim (-2,4%) che Luigi Gubitosi ha rimesso le deleghe al Cda, con quella di amministratore delegato passata al presidente, Salvatore Rossi, e l’incarico di direttore generale passato a Pietro Labriola. Calo pesante della Juventus (-7,3%), con l’inchiesta sui conti e l’infortunio di Federico Chiesa. In rosso tra i farmaceutici Diasorin (-3,3%), mentre guadagna qualcosa Recordati (+0,4%). In calo Pirelli (-0,3%) (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source