Borsa: Milano ottimista (+2,1%) col resto d’Europa, male Tim

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 06 DIC – Seduta ottimista per Piazza Affari (+2,1%) a inizio settimana, come per le altre principali Borse europee, che sembrano, secondo alcuni analisti, avere sopito i timori per la nuova variante Omicron del Covid 19. In calo a 126,7 punti lo spread Btp-Bund, con il rendimento del decennale italiano sceso allo 0,87%, favorito, come viene evidenziato dagli analisti, dalla promozione di Fitch per l’Italia, col rating alzato nel fine settimana da BBB- a BBB, con outlook stabile.
    A Milano spiccano le utility, da Italgas a Hera (+3,6% entrambe). Altrettanto bene Pirelli (+3,6%), particolarmente in forma Cnh e per le auto Stellatis (+3,4%). Guadagni per le banche, a cominciare da Bper e Intesa (+3,1%), Banco Bpm (+3%), Fineco e Unicredit (+2,7%). In netta controtendenza Banca Intermobiliare (-5,3%). In rialzo i petroliferi, da Saipem (+2,4%) a Eni (+2,3%) e all’impiantistica di Tenaris (+1,4%), col greggio sempre in rialzo (wti +3% a sera) a 68,2 dollari al barile e il brent a 71,8. In rialzo il gas in Europa, con le quotazioni a 89,9 euro al kWh ad Amsterdam (+0,5%).
    Maglia nera del listino principale Diasorin (-2,4%), mentre il comparto farmaceutici in Europa è quasi tutto in positivo.
    Male Tim (-1,3%), in attesa della nomina degli advisor per valutare l’offerta di Kkr, meglio la controllata Inwit (+0,7%).
    In calo Amplifon (-0,2%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source