Borsa: Milano peggiora (-1,4%), salve Eni e Leonardo

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 01 MAR – Amplia il calo Piazza Affari con l’aumento delle tensioni in Ucraina. L’indice Ftse Mib cede l’1,4%, con Unicredit (-0,4%) che gira in calo. In rosso l’intero paniere ad eccezione di Leonardo (+1,75%), Eni (+0,87%) e Tenaris (+0,48%).
    Si assesta a 151 punti base lo spread tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento annuo dei titoli decennali in calo di 2 punti base all’1,558%, mentre in Francia, Germania e Regno Unito perde in media un punto base.
    Sospesa al ribasso Iveco (-3,9% teorico), mentre cedono Diasorin (-3,74%), Nexi (-3,1%), Mediobanca (-3,13%), Pirelli (-3,12%), Moncler (-3,1%), Campari (-2,93%) e Amplifon (-2,94%).
    Tensione anche su Intesa Sanpaolo (-3,1%), Banco Bpm (-2,86%) e Bper (+2,26%). In calo del 2,31% Stellantis, che presenta il Piano Strategico, mentre Stm lascia sul campo il 2,11%. Più caute Buzzi (-1,2%), Generali (-0,93%), Tim (-0,82%), Italgas (-0,52%) e Snam(-0,4%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source