Borsa Milano resta sotto 25.000 punti (-4,2%),corre Leonardo

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 24 FEB – Proseguono le vendite a Milano col Ftse Mib che resta sotto la soglia dei 25.000 punti dove è finito da fine mattinata (-4,2% a 24.865) appesantito dalle banche e dal risparmio gestito. E’ Unicredit a guidare i cali (-12,61%) e, come l’istituto guidato da Andrea Orcel, una fra le aziende più esposte in Russia, Pirelli (-10,62%), all’indomani dei conti.
    Le possibili sanzioni a Mosca penalizzano le altre banche a partire da Intesa (-8,26%), finita anche in asta di volatilità al pari di Banca Generali (-9,75%) e Mediolanum (-9,08%) col risparmio gestito che soffre il cambio di rotta dei mercati impresso dalla guerra in Ucraina. I venti di guerra spingono invece un gruppo attivo nella difesa come Leonardo (+3,62%), il farmaceutico Diasorin (+2,11%), il ‘petrolifero’ Saipem (+2%) anche grazie a conti meno peggiori delle attese. Eni stabile (-0,09%) mentre le quotazioni del greggio corrono.
    Lo spread Btp-Bind si è intanto ristretto a 164 punti base col rendimento del decennale italiano all’1,78% in un mercato che punta su un possibile rinvio dello stop all’ acquisto dei titoli da parte della Bce. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source