Borsa: Milano riduce calo (-2%) bene Tenaris, Eni e Saipem

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 07 MAR – Piazza Affari riduce ulteriormente il calo a quasi due ore da un’apertura difficile all’inizio del 12/0 giorno di guerra in Ucraina. L’indice Ftse Mib limita il calo al 2,1% a 21.993 punti. Un andamento che in tempi normali sarebbe considerato anomalo, ma che non lo è invece nel giorno in cui si ragiona su un possibile embargo petrolifero nei confronti della Russia, 3/o produttore mondiale di greggio dopo gli Usa e l’Arabia Saudita e primo esportatore in Europa. Sale a quota 165,7 punti il differenziale tra Btp italiani e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo in crescita di 0,65 punti all’1,588%. Pur con il prevalere del segno meno, che riguarda soprattutto Stellantis (-8%) e i bancari Unicredit (-5,48%), Banco Bpm (-5%), Bper (-4,96%) e Intesa (-3,97%), si amplia il numero di titoli in rialzo a partire da Tenaris (+10,95%), su ipotesi di nuove commesse per ridurre l’esposizione energetica dell’Europa dalla Russia. Positiva anche Tim (+2%), il cui amministratore delegato Pietro Labriola sta incontrando gli investitori, Leonardo (+2,8%), spinta dal riarmo dell’Ucraina deciso dell’Ue e dal Governo Italiano ed Eni (+2%), che gira in positivo. Rialzi anche per Saipem (+1,06%) e Amplifon (+0,58%), mentre tra i titoli a minor capitalizzazione fa il botto Gas Plus (+14,94%) dopo diverse sedute difficili.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source