c19e5baf8364fc6e0ed98a3cce74c2eb

Borsa: Milano sale (+0,6%), bene Leonardo e Cnh, giù Terna

Economia
Pubblicità
Pubblicità

c19e5baf8364fc6e0ed98a3cce74c2eb

(ANSA) – MILANO, 06 APR – Piazza Affari si mantiene in rialzo (Ftse Mib +0,6%), seppure sotto al valore registrato in apertura, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi che si stabilizza a 97 punti ed il rendimento in crescita di 4,4 punti allo 0,672%, dopo il dato sulla disoccupazione in febbraio peggiore delle stime degli analisti. Sugli scudi Leonardo (+2,91%), spinta dalla raccomandazione di ‘sovrastimare’ il titolo (overweight) da parte degli analisti di Morgan Stanley, che hanno alzato il prezzo obiettivo del 18% a 8,3 euro. La segue a ruota Cnh (+2,83%), in attesa di sviluppi della trattativa con la cinese Faw per la cessione di Iveco. Acquisti sui bancari Mps (+2%), Unicredit (+1,16%), Bper (+1,03%), e Banco Bpm (+0,9%). Cauta Intesa (+0,24%), cede invece il Creval (-0,65%), frenato dall’acuirsi delle polemiche tra i soci sull’Opa di Credit Agricole.
    Segno meno per Eni (-0,47%), pesante Terna (-3,34%), positiva invece Enel (+2%), spinta da un report di Goldman Sachs sulle opportunità delle utility nelle rinnovabili. Acquisti su Pirelli (+2,24%), Buzzi (+1,71%), Diasorin (+1,75%), che ha annunciato un test antiCovid a domicilio in collaborazione con l’americana Lumos Diagnostics, Stellantis (+1,65%) ed Exor (+1,55%) a monte della catena di controllo. Contrastate Autogrill (+2,95%) e Atlantia (-3,05%). La prima sale sull’onda lunga delle cessione delle attività nelle autostrade Usa, che secondo gli analisti di Bloomberg porterà fondi utili per sostenere la crescita, la seconda invece in attesa della valutazione del Cda sull’ultima offerta di Cdp per Aspi, presentata lo scorso 1 aprile. (ANSA).
   



Go to Source