Borsa: Milano scivola a -1% appesantita dalle banche

Pubblicità
Pubblicità

Banche pesanti a Piazza Affari, in linea con il comparto europeo, dove il Ftse Mib cede l’1% a 28.364 punti. In attesa di eventuali modifiche alla tassa sugli extraprofitti, gli istituti di credito risentono anche dei timori sempre più generalizzati sulla crescita economica globale. Resta centrale il tema del rialzo dei tassi per contrastare l’inflazione.
    In fondo al listino principale Mps (-4,2%) e Unicredit (-3,3%). Male anche Banco Bpm (-2,6%), Bper (-2,1%), Intesa (-1,9%) e Fineco (-0,8%). I controtendenza la Popolare di Sondrio (+2,3%) con la richiesta di Unipol (-0,7%) alla Bce si salire oltre la quota del 10% nella banca valtellinese.
    A Milano soffre anche il comparto del lusso con Moncler che lascia sul terreno il 3,4%, Cucinelli lo 0,9% e Ferragamo lo 0,3%. Andamento positivo per Prysmian (+0,9%), Pirelli (+0,8%), Stellantis e Tim (+0,7%). Stabile lo spread tra Btp e Bund che si attesta a 171 punti, con il rendimento del decennale italiano al 4,32 per cento.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source