Borsa: Milano si appiattisce in scia inflazione, svetta Tim

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 16 NOV – La Borsa di Milano si appiattisce e finisce sulla parità (Ftse Mib a 27.868 punti) con l’inflazione in Italia, aumentata a ottobre per il quarto mese consecutivo, che non è mai stata così alta dal 2012.
    Ad incidere sul listino che è controcorrente rispetto alle altre Piazze europee, la debolezza dei bancari mentre lo spread tra Btp e Bund si riduce a 121 punti base con il rendimento del decennale italiano che scende allo 0,97 per cento. Banco Bpm cede lo 0,36%, Unicredit lo 0,39%, Intesa Sanpaolo lo 0,42%. Tra gli altri maglia nera nel listino Ampifon (-2%), seguita da Hera (-1,15%) e Banca Generali (-1,14%) .
    Prosegue invece il buon passo di Tim (+2,2%) con una serie di appuntamenti programmati, quali il comitato controllo e rischi e quello per le nomine così come il collegio sindacale.
    In evidenzia nell’energia Eni (+1,2%) con il petrolio in lieve rialzo a 81,2 dollari al barile. Nel paniere delle Pmi all’esordio +23% per i caschi Racing Force.
    Tra le altre Borse è piatta anche Londra mentre Parigi e Francoforte guadagnano un quarto di punto così come l’indice d’area, lo stoxx 600. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source