Borsa: Milano solida con Stellantis, banche deboli

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 12 AGO – Mercati azionari del Vecchio continente ancora con l’attenzione rivolta ai dati macroeconomici dagli Stati Uniti: in mancanza di grandi sorprese, tutti i listini si sono mossi attorno alla parità con l’indice Ftse Mib che ha chiuso in aumento dello 0,38% a quota 26.557 punti e l’Ftse All share in rialzo dello 0,34% a quota 29.124.
    Londra ha infatti concluso la giornata con un calo dello 0,38%, mentre Parigi è salita dello 0,36%, con Francoforte in aumento dello 0,70% finale. Seduta di progressivo ribasso per lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni: il differenziale ha chiuso a 100,4 punti base, dopo aver provato senza riuscirci in corso di seduta a scendere sotto la quota psicologica dei 100 punti.
    In questo contesto, in Piazza Affari spicca ancora Stellantis, che è cresciuta del 2,6% finale a 18,4 euro, seguita da Interpump e Amplifon (+1,4%), Diasorin (+1,2%) e Atlantia, salita dell’1,2% finale dopo rialzi maggiori in corso di giornata anche sulle ricostruzioni di stampa di un futuro possibile collocamento di Telepass.
    Fiacche invece le banche, con Mediobanca limata dello 0,1%, Intesa dello 0,4% e Bper dello 0,7%. Unicredit è scesa dello 0,8%, con Fineco in ribasso dello 0,9% e Banco Bpm negativa dell’1,2%. Tra i titoli a minore capitalizzazione, piatta Carige mentre Monte dei Paschi di Siena ha segnato un calo dell’1,6% a 1,16 euro. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source