e20798f8fe439755229e53b05bf442af 7

Borsa: Milano tiene con Nexi e Mps, debole Tenaris

Economia
Pubblicità
Pubblicità

e20798f8fe439755229e53b05bf442af

(ANSA) – MILANO, 28 MAG – Ultima seduta di settimana in lieve rialzo per Piazza Affari, che si è mossa sostanzialmente in linea con gli altri listini europei: l’indice Ftse Mib ha concluso in aumento dello 0,45% a 25.169 punti, mentre l’Ftse All share ha segnato una crescita finale dello 0,54% a quota 27.580. Nel Vecchio continente Parigi, Francoforte e Amsterdam sono salite dello 0,7%, con Londra piatta.
    La spinta per i mercati viene sempre dal piano di investimenti del presidente Usa Biden da circa 6mila miliardi, con un’attenzione particolare per Piazza Affari, che si è così mantenuta sopra la soglia psicologica dei 25mila punti, sulla crescita dei prezzi della produzione industriale in Italia superiore alle stime degli analisti.
    Forti acquisti comunque su Cattolica dopo i conti del primo trimestre dell’anno, con l’utile netto del periodo che è più che raddoppiato a 45 milioni (+221%), mentre quello adjusted è aumentato del 160% a quota 48 milioni: il titolo della compagnia veronese, sugli scudi per tutta la giornata, ha concluso in rialzo del 14,9% a 6 euro, sui massimi dallo scoppio della pandemia.
    Tra i titoli minori Mps ha segnato un aumento del 3,7% anche sulle nuove ipotesi di aggregazione nel settore che contemplano l’idea di uno ‘spezzatino’ per la banca toscana, mentre nel listino a elevata capitalizzazione spiccano sempre Nexi (+2,3% finale), Moncler (+1,8% ai suoi massimi), Leonardo, Atlantia e Unicredit, tutti in rialzo dell’1,3%.
    Nonostante la sostanziale tenuta del prezzo del petrolio, a Milano nel paniere principale i ribassi più evidenti sono stati registrati da Saipem (-0,9%) e Tenaris, che ha segnato un calo finale dell’1% a 9,35 euro. (ANSA).
   



Go to Source