Borsa: Milano torna negativa (-0,2%), pesano Tim e Generali

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 04 APR – Si riporta in territorio negativo Piazza Affari a conclusione di una mattinata caratterizzata da un ulteriore cambio di rotta dopo un avvio in rialzo. L’indice Ftse Mib lascia sul campo lo 0,3% mentre il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi scende ancora a 155,4 punti, con il rendimento annuo dei titoli italiani in calo di 4,2 punti al 2,047%. Scivola fin dalle prime negoziazioni Tim (-4,16%) in attesa di una risposta dal fondo Kkr alle sollecitazioni del gruppo, con una possibile revisione dell’offerta a seguito degli “scenari cambiati” rispetto allo scorso novembre, quando il Fondo mise sul piatto 0,5 euro per azione per una possibile Opa.
    Giù anche Generali (-2,79%), i cui ex-pattisti secondo la Consob, interpellata dal gruppo lo scorso febbraio, non hanno violato nessun obbligo di comunicazione sul superamento delle soglie rilevanti. Pesanti anche Snam (-2,16%), dopo l’addio dell’amministratore delegato Marco Alverà sancito dalla lista di Cdp, che ha indicato Stefano Venier per sostituirlo in assemblea il prossimo 27 aprile, alla naturale scadenza del secondo mandato del Manager. Segno meno anche per Saipem (-2,26%), Atlantia (-1,85%), Terna (-1,68%), Intesa (-1,24%), Unicredit (-0,82%), Poste (-1,4%) e Italgas (-1,11%).
    Amplia il calo Eni (-0,51%) e gira in negativo Tenaris (-0,22%) con il greggio in rialzo ma sotto i 100 dollari al barile (Wti +0,7% a 99,96 dollari). Pochi i rialzi, limitati a Ferrari Ferrari (+3,73%), Moncler (+3,12%), Leonardo (+2,55%), Amplifon (+2,1%), Inwit (+1,96%), Recordati (+1,89%) e A2a (+1,71%). Positiva, in controtendenza con l’andamento del settore in Europa, Banco Bpm (+1,84%), poco mossa invece Bper (-0,3%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source