Borsa: per Milano seduta piatta, occhi su Tim

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 25 NOV – Seduta piatta (Ftse Mib -0,04% a 27.098 punti in chiusura) e controcorrente, rispetto al resto dei listini europei, per la Borsa di Milano in una giornata senza grandi spunti con Wall Street chiusa per il Thanksgiving.
    Lo spread tra Btp e Bund si avvicina ai 131 punti e in rialzo rispetto all’avvio di giornata con il rendimento del decennale italiano che chiude all’1,053 per cento.
    Sotto i riflettori ancora una volta Tim che ritraccia (-2,66% a 0,48 euro) ma tocca in mattinata 0,505 euro offerti da Kkr. Gli scambi restano intensi ma lontani dal picco di 1,7 miliardi toccato lunedì con oltre 884 milioni di azioni ordinarie passate di mano oggi. Lo sguardo è rivolto è al cda di domani tra ipotesi di rilanci (smentiti) e incertezza sulla governance. Sul versante opposto si segnala la corsa di Campari (+2,5%) che beneficia a distanza degli ottimi risultati della concorrente Remy Cointreau. Sale poi Enel (+1,48%) con gli analisti che hanno migliorato i giudizi all’indomani della presentazione del nuovo piano. Vendite su Mediaset (-1,2%) mentre l’assemblea ha dato il via libera al cambio di nome (Mfe-MediaforEurope) e alla doppia classe di azioni. Tra gli altri bene Prysmian (+1,3%), Cnh (+1,22%) e Amplifon (+1,31%).
    Deboli invece Pirelli (-1,81%) e prese di beneficio su Mediolanum (-1,29%) . (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source