Borsa:Europa contrastata, in calo rendimenti titoli di Stato

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 15 NOV – Le Borse europee rallentano mentre si valutano le posizioni delle banche centrali sul fronte delle politiche monetarie. Gli investitori guardano con grande interesse al raffreddamento delle tensioni geopolitiche tra Usa e Cina. Sotto i riflettori resta l’andamento della crescita globale, con l’impatto dei prezzi dell’energia e delle materie prime. Sul fronte valutario l’euro si rafforza sul dollaro a 1,0406, con un incremento dello 0,7% e portandosi ai livelli di inizio luglio scorso.
    L’indice d’area stoxx 600 guadagna lo 0,1%. In terreno negativo Francoforte e Madrid (-0,2%), Parigi (+0,3%), Londra (+0,1%). I listini sono sostenuti dalle utility (+0,8%), con il prezzo del gas in rialzo. Ad Amsterdam le quotazioni guadagnano il 9,5% a 124 euro al megawattora. Bene anche le banche (+0,4%) e le auto (+0,1%).
    Poco mosso il comparto dell’energia (+0,08%) con il petrolio che riguarda nuovi cali. Il wti e il brent sono appaiati a 85 dollari al barile, con un calo dello 0,9%. Tra i comparti azioni sono in flessione l’informatica (-0,3%) e le tlc (-0,6%).
    Prosegue il calo i rendimenti dei titoli di Stato. Lo spread tra Btp e Bund è stabile a 201 punti, con il tasso del decennale italiano al 4,13% (-3 punti base). In flessione anche i rendimenti dei Paesi ‘periferici’ con la Spagna al 3,15% (-3 punti base) e la Grecia al 4,28% (-2 punti). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source