Borsa:Europa in calo tra timori recessione e banche centrali

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 12 DIC – Le Borse europee proseguono in calo tra i timori per la recessione economica e le mosse delle banche centrali sul fronte del rialzo dei tassi d’interesse. I rendimenti dei titoli di Stato si mostrano nervosi con il Btp al 3,81%. Sotto i riflettori anche l’andamento delle materie prime con il petrolio e il gas in calo. Sul fronte valutario l’euro è in rialzo a 1,0550 sul dollaro.
    L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,7%. In calo Madrid (-0,7%), Francoforte (-0,6%), Parigi (-0,5%) e Londra (-0,3%).
    Sui listini pesano il comparto immobiliare che cede il 2% e l’informatica l’1,1%. In calo anche le auto (-0,9%). Debole l’energia (-0,3%), con il greggio in calo. Il Wti scende a 70,80 dollari al barile (-0,3%) e il Brent a 75,73 dollari (-0,5%).
    Seduta in flessione anche per le utility (-0,3%), con il gas che registra un calo del 6,4% a 130 euro al megawattora. Tengono le banche (-0,2%).
    Seduta in flessione anche per l’oro che scende a 1.791 dollari l’oncia (-0,2%). Tra le materie prima si registra un calo dell’alluminio (-1,1%) mentre il nichel sale dell’1%.
    Sul fronte azionario, nel Vecchio continente scivola Adidas (-2,3%) e Deutsche Post (-1,8%). Si muovono in terreno positivo Airbus (+1,1%), Sanofi (+0,7%), dopo aver annunciato di non voler presentare l’offerta su Horizon, e EssilorLuxottica (+0,5%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source