Borsa:Europa non teme le sanzioni alla Russia, gas in rialzo

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 23 FEB – Le Borse non temono le sanzioni che saranno applicate alla Russia per la crisi con l’Ucraina. In vista dell’avvio di Wall Street, dove i future sono sono in rialzo, i principali listini del Vecchio continente si muovono in terreno positivo. Poco nervosismo anche sui titoli di Stato, dopo le parole del governatore della Banque du France Francois Villeroy de Galhau in vista della riunione dell’istituto centrale il 10 marzo. Sul versante valutario l’euro sul dollaro è in rialzo a 1,1340 a Londra.
    L’indice d’area stoxx 600 avanza dello 0,7%. In rialzo Parigi (+1,1%), Milano (+0,9%), Francoforte e Madrid (+0,7%), Londra (+0,5%). Chiusa la Borsa di Mosca per la Giornata dei difensori della Madre Patria. I listini del Vecchio continente sono sostenuti dal comparto dell’auto (+2,2%) e le tlc (+0,7%). Bene anche le utility con il gas che torna a correre guardando alle prospettive delle tensioni geopolitiche. Ad Amsterdam le quotazioni sono in rialzo del 6,5% a 84,85 euro al Mwh. A Londra il prezzo sale a 204 penny al Mmbt (+6,8%).
    Avanzano anche le banche (+0,7%). Sul fronte dei titoli di Stato, lo spread tra Btp e Bund prosegue stabile a 168 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,926%. In lieve rialzo anche il rendimenti degli altri titoli dei Paesi ‘limitrofi’ con la Spagna all’1,26% e la Grecia al 2,6%. In flessione il comparto dell’energia (-0,4%), con il prezzo del petrolio in calo. Il Wti scende a 91,59 dollari al barile (-0,38%) e il brent a 91,58 dollari (-0,36%). A Piazza Affari vola Stellantis (+6,7%), dopo i conti che vedono l’utile triplicato. Scivolano Campari (-6,6%), dopo i risultati, e Cnh (-4,7%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source