Borsa:Europa resta pesante in attesa di Wall Street,vola l’oro

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 07 MAR – Le Borse europee proseguono pensanti con l’ipotesi di nuove sanzioni alla Russia che potrebbero riguardare il comparto dell’energia. I listini del Vecchio continente restano proseguono in forte flessione in attesa dell’avvio di Wall Street dove i future sfiorano il calo del 2%. Vola l’oro che sale a 2.000 dollari l’oncia L’indice d’area stoxx 600 cede il 2,7%. In profondo rosso Francoforte (-3,4%), Parigi (-3,3%), Madrid (-2,8%). Male anche Milano e Londra (-1,8%). Sui listini pesano le banche e le auto (-4%). In flessione anche le utility (-2,2%), con il prezzo del gas che sale a 252 euro ad Amsterdam (+31%) e a Londra a 611 penny al Mmbtu (+32%). Brilla l’energia (+3,6%), con il prezzo del petrolio che sale alle stelle. Il Wti si attesta a 122 dollari al barile e il brent a 124 dollari.
    Andamento al rialzo anche per le materie prime con il prezzo dell’alluminio che sale del 3,6% e il rame del 3,1%. Nuovo record per il prezzo del grano che tocca i 430 euro la tonnellata alla Borsa di Parigi con un +9% rispetto a venerdì.
    Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in calo a 1,0830 a Londra. Il rublo ancora in declino sul dollaro mentre resta ancora chiusa la Borsa di Mosca. La valuta russa, che prima della guerra in Ucraina trattava a 75 sul dollaro, passa di mano a 140 sul biglietto verde, con un ulteriore calo del 17%.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source