Borsa:i mercati brindano all’inflazione Usa,Milano chiude tonica

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 10 NOV – Il dato dell’inflazione Usa migliore delle attese mette le ali alle Borse, con Milano (+2,58%) che chiude tonica. Mentre i mercati brindano i titoli di Stato registrano un netto calo dei rendimenti con gli investitori che scommettono su una politica meno aggressiva da parte delle banche centrali. Lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 200 punti (199 punti), con il rendimento che cala di 28 punti base al 3,99% portandosi ai livelli di metà settembre scorso.
    A Piazza Affari seduta euforica per Nexi (+9,6%), dopo i conti dei primi nove mesi che si sono chiusi con ricavi per 2,38 miliardi (+8,2%). Mostrano i muscoli anche Stm (+7,9%) e Azimut (+7,7%). Brillante Amplifon (+6%), con il titolo che torna sopra i 28 euro, e Tim (+5,2%), con i conti migliori delle attese.
    Performance positiva per Poste (+4,3%), con l’utile che cresce del 21%, e Generali (+2%) che vede un risultato netto stabile nei primi nove mesi dell’anno.
    Andamento positivo anche per le banche dove si mette in mostra Bper (+2,1%). In rialzo anche Unicredit (+1,3%), Intesa (+1%) mentre è in calo Banco Bpm (-1,8%), piatta Mps. Sul fronte delle utility bene A2a (+4,7%), in vista dei conti, e Snam (+2%) che ha messo a segno ricavi in crescita del 10%.
    Seduta difficile per Tenaris (-4,1%) e Saipem (-3,4%). In calo anche Leonardo (-1,4%) e Cnh (-0,1%). (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source