Borsa:Milano in cauto rialzo (+0,2%),vendite su Unicredit e Tim

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 12 GEN – La Borsa di Milano dopo un avvio positivo, rallenta e si appiattisce con il Ftse Mib che segna un +0,2% a 27.545 punti. Ad incidere sul listino le vendite su Unicredit (-2,1%) finita sotto i 14 euro mentre indiscrezioni la indicano tra gli interessati alla russa Otkritie. Jefferies ritiene che una eventuale acquisizione verrebbe accolta con cautela e scetticismo dagli investitori a causa della situazione politica complicata e dalle dimensioni della potenziale transazione. Flessione anche per Tim (-0,95%) in attesa del cda del 21 gennaio per la nomina del nuovo amministratore delegato.
    Sempre sotto la lente Carige, che è allineata (-0,16% a 0,794 euro) agli 0,80 euro dell’offerta di Bper (-0,7%). Mentre si conferma anche oggi la corsa di Popolare di Sondrio (+2,5%) data dal mercato come ulteriore tassello di un terzo polo bancario sotto la regia di Unipol (+0,63%). Tra gli altri titoli, in evidenza Diasorin (+1,8%), Nexi (+1,3%), Eni (+1,34%) con il petrolio che sale ancora (il Wti è 81,7 dollari al barile). Lo spread tra Btp e Bund si riporta a 134 punti con il rendimento del decennale italiano stabile all’1,3 percento. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source