Casa: Istat, prezzi salgono del 3% nel terzo trimestre

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 16 DIC – Nel terzo trimestre 2022 l’indice dei prezzi delle abitazioni (Ipab) acquistate dalle famiglie per fini abitativi o per investimento diminuisce dell’1,0% rispetto al trimestre precedente (era +2,3%) e aumenta del 3,0% nei confronti dello stesso periodo del 2021 (era +5,2% nel secondo trimestre 2022). Lo rileva l’Istat spiegando che “anche per il terzo trimestre 2022 si conferma, sebbene in rallentamento, la crescita su base annua dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie, in atto così da oltre tre anni (dalla fine del 2017 per quelle nuove). Nonostante l’aumento dei tassi sui mutui che ha caratterizzato questo scorcio del 2022, continua la crescita su base annua del numero di immobili compravenduti che, però, rallenta anch’essa, evidenziando una fase di minore vivacità del mercato immobiliare residenziale”.
    La crescita tendenziale dei prezzi è da attribuirsi – spiega l’Istat – sia ai prezzi delle abitazioni nuove che aumentano del 2,8%, in frenata rispetto al trimestre precedente (era +12,1%), sia ai prezzi delle abitazioni esistenti (che pesano per più dell’80% sull’indice aggregato) che aumentano del 3,0%, anch’essi in decelerazione rispetto al secondo trimestre (era +3,8%). Questi andamenti si registrano in un contesto di rallentamento della crescita dei volumi di compravendita (+1,7% la variazione tendenziale registrata nel terzo trimestre 2022 da +8,7% del trimestre precedente) (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source