Cattolica, Procura indaga per possibili danni al patrimonio

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 10 AGO – Non si fermano le indagini della Procura di Verona sulla vecchia gestione di Cattolica Assicurazioni dopo l’archiviazione dell’inchiesta relativa all’ipotesi di illecita influenza sull’assemblea. Dalla Consob, in seguito all’ispezione del 2020, “sono state segnalate tutta una serie di altre operazioni apparentemente irregolari o che comunque richiedono uno scandaglio di merito su cui è stato aperto un ‘atti non costituenti notizie di reato’ e che saranno approfondite” allo scopo di verificare se hanno avito effetti “lesivi” del “patrimonio della società” e hanno provocato “danni per i soci”, ha dichiarato all’ANSA il procuratore capo di Verona, Angela Barbaglio.
    “Tutta la relazione della Consob”, depositata presso la Procura in seguito all’ispezione del 2020, “ha costituito oggetto di una separata iscrizione e lì andremo meglio a vedere ma di questo non posso dire nulla”. Ci sono indagati? “No, l’iscrizione è ad atti non costituenti notizie di reato per il momento perché si tratta di valutare con un certo approfondimento queste particolari operazioni e spese di un certo tipo che sono state segnalate dalla Consob, che effetti hanno avuto e se lesivi di interessi patrimoniali o di soci e individuarne poi gli autori”, spiega Barbaglio.
    Per quanto riguarda l’archiviazione dell’inchiesta sulle deleghe, aggiunge il procuratore capo, non si tratta di “una patente di regolarità dell’assemblea” in quanto “è intervenuta pur permanendo elementi di sospetto”. Se da un lato “è stato impossibile attraverso la pur laboriosa consulenza informatica esperita individuare e ricostruire gli eventuali meccanismi artificiosi di voto a livello informatico”, dall’altro “non sarebbe stato possibile scandagliare in maniera adeguata” gli eventuali comportamenti volti a condizionare l’esito delle assemblee del 2019 e del 2020 “e quindi non valeva la pena fare lotte di Don Chisciotte contro i mulini a vento”. La Procura ha quindi deciso di concentrare le sue energie su eventuali episodi di depauperamento del patrimonio sociale “di cui la vicenda assemblea è solo un pallido riflesso”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source