Site icon Notizie italiane in tempo reale!

Cdp spinge su interventi per la transizione energetica

Cassa Depositi e Prestiti spinge su interventi per la mobilità sostenibile e la transizione energetica, sia come finanziatore che come facilitatore di accesso alle risorse europee per promotori di iniziative green.
    Sono due gli accordi sottoscritti da Cdp con la Commissione Europea: uno relativo ai programmi Connecting Europe Facility per il supporto degli investimenti per la realizzazione di infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici, introduzione e sviluppo dell’idrogeno, e un altro riguardante l’utilizzo della garanzia che la Commissione mette a disposizione a valere sui fondi della InvestEU. In questo modo Cdp “ha l’occasione di potenziare il proprio ruolo di finanziatore di infrastrutture che supportano la transizione energetica e la mobilità sostenibile”, spiega il responsabile dell’Unità Garanzie e Implementing Partner di Fondi Europei per le Infrastrutture di Cdp, Alessandro Bracaletti.
    Tra i progetti sostenuti: 50 milioni – cui se ne aggiungono 50,4 a fondo perduto assegnati dalla Commissione Europea – a favore di Be Charge, società controllata interamente da Plenitude (Eni), per il supporto all’investimento per la realizzazione di una rete di oltre 2.000 punti di ricarica “ultra-fast”, con una potenza minima di 150kW lungo i principali corridoi di trasporto europei di 8 Paesi; 65 milioni concessi complessivamente da Cdp in complementarietà con il sistema bancario in favore di TPER, principale gestore di servizi di trasporto pubblico passeggeri in Emilia Romagna. Per Bracaletti quest’ultima operazione “ha una forte caratterizzazione green e di supporto alla transizione energetica, poiché supporta la sostituzione dell’oltre 50% dell’attuale parco autobus della società con veicoli a bassa emissione”.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA



Go to Source

Exit mobile version