Commercio estero: Istat,nel 2021 export +18,2%, oltre 2019

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 17 FEB – Nel complesso del 2021, l’export risulta in forte espansione (+18,2%) e sale a livelli superiori a quelli del 2019 mentre l’import è aumentato del 24,7%. Lo comunica l’Istat diffondendo i dati sul commercio estero e i prezzi all’import. Questi ultimi nella media dell’anno scorso, hanno visto una crescita del 9,0%, la più alta dal 2005, ossia da quando è disponibile la serie storica dell’indice; al netto dell’energia, i prezzi crescono in media d’anno del 4,7%.
    A dicembre scorso, aggiunge l’Istituto di statistica, si stima una flessione congiunturale per le esportazioni (-1,1%) e un aumento per le importazioni (+7,5%). Nell’ultimo trimestre del 2021, rispetto al precedente, l’export cresce del 2,4%, l’import del 7,5%.
    Tra i settori che hanno contribuito maggiormente all’aumento tendenziale dell’export nel 2021 ci sono prodotti petroliferi raffinati (+82,2%) mentre sono state in calo le vendite di autoveicoli (-1,5%). Le esportazioni italiane sono state rivolte soprattutto verso Stati Uniti (+32,5%), Germania (+18,1%), Francia (+15,3%), paesi Opec (+32,0%) e Belgio (+31,4%).
    La stima del saldo commerciale a dicembre 2021 è pari a +1.103 milioni di euro, in calo rispetto a dicembre 2020 (+6.790). l’avanzo commerciale si porta a +50.416 milioni (da +63.289 del 2020) mentre l’avanzo dell’interscambio di prodotti non energetici raggiunge +89.452 milioni (era +85.656 nel 2020).
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source