Cop26: Cingolani, dar voce ai giovani, ‘da protesta a proposta’

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – LONDRA, 05 NOV – Dare spazio ai giovani, come la CoP26 di Glasgow s’ impegna a fare sulla scia dell’appuntamento preparatorio della conferenza dedicato loro nei mesi scorsi dall’Italia e come testimoniano le loro 40.000 voci raccolte finora, in modo che possano passare “dalla protesta alle proposte”. Così il ministro Roberto Cingolani, protagonista oggi in Scozia del briefing di giornata della CoP al fianco fra gli altri del presidente britannico della conferenza, Alok Sharma.
    Cingolani ha quindi annunciato la trasformazione dello Youth Climate 2021 svoltosi a Milano a settembre in “un forum annuale” riservato alle giovani generazioni che vogliono “sentirsi rappresentate” e potersi esprimere.
    Il ministro italiano ha descritto il Youth Climate milanese come “una grande esperienza” e una fonte “d’ispirazione”.
    Indicando come frutto di quell’evento non solo la creazione di “un portale accessibile a tutti i giovani attivisti” per consentire di tenere i contatti fra di loro e con le istituzioni sul tema del cambiamento climatico; bensì anche quella di “un budget” ad hoc destinato a rendere permanente, “ogni anno”, la conferenza della gioventù sul clima. Secondo dettagli che egli si è riservato di rendere noti dopo averli discussi in sede Onu. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source