Da Fitto proposta per modificare la terza rata Pnrr

Pubblicità
Pubblicità

Il ministro per gli Affari europei Raffaele Fitto, che ha presieduto la riunione della Cabina di Regia a Palazzo Chigi, avrebbe presentato – a quanto si apprende – una proposta per modificare il formato della terza rata, che vale 9 miliardi e prevede 55 obiettivi. L’Italia ne ha fatto richiesta alla Commissione europea alla fine del 2022.
    Intanto lariunione della Cabina di Regia sulla terza rata a Palazzo Chigi si è conclusa dopo pochi minuti.
    Intanto nello schema d’intesa con il governo italiano che potrebbe avere già luce verde dalla Commissione Ue la terza rata del Pnrr, a quanto si apprende, non sarebbe erogata nella totalità dei 19 miliardi. Circa mezzo miliardo sarebbe accorpato alla quarta rata. E l’obiettivo di 7500 nuovi posti letto negli studentati sarebbe quindi prorogato proprio fino alla richiesta della quarta tranche da 16 miliardi.
    I finanziamenti non sono persi ma dilazionati: la somma totale dei fondi ex Next Generation da destinare all’Italia per il 2023 resta di circa 35 miliardi: 19 dalla terza rata e 16 dalla quarta.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source