Da Iva a aiuti Covid, il 30 novembre ingorgo scadenze fiscali

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 26 NOV – Dall’invio delle dichiarazioni dei contribuenti persone fisiche e giuridiche alle autocertificazioni per gli aiuti di Stato Covid, dall’acconto delle imposte 2022 alla ‘Rottamazione ter’: è un ‘assaggio’ dell’intenso ‘traffico’ degli adempimenti fiscali con scadenza mercoledì 30 novembre. Un ‘ingorgo’ di obblighi che mette in allarme gli studi dei commercialisti, come spiegano all’ANSA i presidenti di tre sindacati di categoria, l’Adc, l’Anc e l’Ungdcec, Maria Pia Nucera, Marco Cuchel e Matteo De Lise, concordi nell’invocare una “urgente revisione del calendario tributario”, nel rispetto dei diritti dei contribuenti e del lavoro dei professionisti intermediari presso l’Amministrazione finanziaria. E, “proprio in questo periodo, ci arrivano da parte dei colleghi continue segnalazioni di gravi disservizi nel funzionamento dei sistemi telematici dell’Agenzia delle Entrate, così come del sito del ministero delle Imprese, relativo al Registro nazionale degli aiuti di Stato”, afferma Cuchel, disagi, questi, che “aggravano ulteriormente” il “consistente carico di impegni”, che si “sarebbero potuti spalmare in altre date”.
    Fra gli altri obblighi ‘fissati’ entro mercoledì ci sono la Lipe (comunicazioni Iva delle liquidazioni periodiche) del terzo trimestre dell’anno, l’invio delle istanze remissione ‘in bonis’ per i bonus edilizi, l’invio delle comunicazioni per la riqualificazione del patrimonio edilizio ed il calcolo e pagamento del bollo su fatture. Per De Lise, dinanzi a questo scenario, “bisognerà necessariamente iniziare a ragionare su una necessaria soppressione di adempimenti ripetitivi che, di fatto, ingolfano i nostri studi e le capacità di sviluppo del Paese”, in un contesto, s’inserisce Nucera, nel quale, “ad oggi, il portale dell’Agenzia delle Entrate ‘viaggia a singhiozzo’. E ciò – chiosa – rende complicato adempiere puntualmente alle numerose scadenze”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source