Dell’Erba, norme Ue e Bce tengano conto del ruolo delle Bcc

Pubblicità
Pubblicità

Il presidente di Federcasse Augusto dell’Erba chiede al legislatore europeo e alla Bce di tener conto del credito cooperativo e del suo ruolo di stabilità del sistema bancario. Parlando all’assemblea della federazione cui partecipa anche il Capo dello Stato, Dell’Erba ha spiegato come “l’originale modello mutualistico, così come declinato nell’operatività delle Bcc-cr contribuisce quindi alla teleodiversità (diversità dei fini) delle imprese e quindi alla stabilità del sistema bancario”.
    “Pensiamo – sottolinea – che il legislatore e il regolatore europei debbano tenerne conto sempre di più e sempre più concretamente. Come è avvenuto a fine giugno – grazie all’impegno compatto del “sistema Italia” – con l’accordo politico sulla semplificazione del “processo periodico di revisione e valutazione prudenziale” raggiunto nell’ambito del recepimento degli accordi di Basilea 3+ nell’Unione bancaria. Promossa dal Credito Cooperativo e convintamente sostenuta dalle Regioni e Province Autonome, la proposta normativa ha visto l’impegno determinato e trasversale dei parlamenti italiano ed europeo e del governo”.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source