Fisco: Accilli (Orrick) lavorare anche su base imponibile

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 11 DIC – “Per aumentare l’efficienza della struttura delle imposte il taglio delle aliquote non è che un elemento. E altresì (se non concettualmente addirittura precedente) che la base imponibile sia uniforme”. Questa la riflessione di Bernadetta Accilli, Partner e Head of Tax Group di Orrick in merito alla riforma fiscale. “La delega sulla riforma del sistema fiscale -. sottolinea – parla di “stimolo alla crescita economica attraverso l’aumento dell’efficienza della struttura delle imposte e la riduzione del carico fiscale sui redditi derivanti dall’impiego dei fattori di produzione” Secondo l’esperta fiscale “si è fatto un gran parlare del primo tentativo concreto in questa direzione attraverso la riduzione delle aliquote di imposta con la loro riduzione ed accorpamento. La discussione politica è ancora in atto Tuttavia – aggiunge – bisogna ricordare che per aumentare l’efficienza della struttura delle imposte il taglio delle aliquote non è che un elemento. È altresì (se non concettualmente addirittura precedente) che la base imponibile sia uniforme.
    Bisogna quindi verificare non solo il sistema delle detrazioni dell’imponibile (un primo passo è stato fatto con l’assegno unico universale) ma anche gli attuali sistemi di tassazione che hanno tolto al sistema di tassazione generale alcune fette di imponibile definite per categorie. Si pensi alla tassazione dei proventi da affitti immobiliari, al sistema di tassazione delle attività agricole, al sistema forfettario per i professionisti con redditi fino a 65.000 euro”.
    “Questa discussione politica – conclude – sarà ancora più delicata, ma necessaria se si vuole dare attuazione al principio esposto in premessa”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source