G20: Trieste; Fit, mondo scienza non coinvolto

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – TRIESTE, 05 AGO – “Stupore” è stato espresso da Stefano Fantoni, presidente della Fondazione internazionale Trieste (FIT), che ha organizzato Esof 2020, Trieste capitale europea della scienza, per il fatto che il “mondo della scienza in città non è stato coinvolto nel G20 digitale”.
    “I lavori sono ovviamente politici, vi partecipano diplomatici – ha spiegato Fantoni – ma ci aspettavamo di essere interpellati sui temi o su alcuni aspetti. Ad esempio, cosa ne sanno i diplomatici della ricerca sulle staminali o su altri argomenti analoghi?” D’altronde, “questa kermesse è organizzata qui perché Trieste è stata città capitale europea della scienza”. Fantoni suppone che “i problemi della sicurezza siano tali da consigliare di evitare occasioni di pericolo” però “il G20 poteva essere opportunità anche di eventi a latere per sfruttare la presenza qui di tanti esponenti, un’occasione che forse non capiterà più”.
    In questo senso, anche le poche manifestazioni collaterali, come la visita di una delegazione del Brasile con a capo un ministro ieri al Centro di fisica teorica Abdus Salam (Ictp) e un’altra con il Centro di ingegneria genetica e biofisica (Icgeb) che si svolgerà, “ci sarebbero state lo stesso, anche senza il G20 e sono stati i singoli istituti a organizzarle”.
    Rimane il fatto che se è stata scelta Trieste per il G20, ha ribadito Fantoni, “non è perché c’è il Porto Vecchio o il Centro congressi ma perché Trieste è stata capitale europea della scienza. Noi, comunque, abbiamo dato tutta la nostra disponibilità”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source