Giovannini,Regioni usino fondi per potenziare trasporti pubblici

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 09 SET – In vista del rientro a scuola e della ripresa delle attività sono state triplicate le risorse alle Regioni per potenziare il trasporto pubblico locale. Tuttavia il Covid ha peggiorato la situazione del traffico locale incrementando l’uso dell’auto, mentre la mobilità “dolce” con mezzi privati elettrici e a pedale “non decolla”. Lo ha riferito il ministro dell’e Infrastrutture Enrico Giovannini nella sua udizione in Commissione Trasporti dove ha ribadito la necessità “di una profonda riforma del trasporto locale e dell’importanza di potenziare una “mobilità locale sostenibile”, indispensabile per attuare la “transizione ecologia” richiesta dal Pnrr.
    “Nella seconda parte del 2021 saranno ripartiti a Regioni e Provincie 618 milioni di euro per finanziare servizi aggiuntivi (a fronte dei 222 rendicontati nel primo semestre). “Cioè tre volte tanto”, ha detto il ministro delle infrastrutture Enrico Giovannini sottolineando che “lo sforzo è considerato pienamente adeguato a sostenere un aumento consistente dell’offerta di Tpl per l’autunno 2021″”. “C’è un ampio spazio (finanziario) per le Regioni di potenziare ancora di più il trasporto pubblico locale e le Regioni già sanno che non ci saranno problemi di coperture”. ha detto in au altro passaggio del suo intervento. “Al momento – ha detto Giovannini – i piani delle Regioni ci indicano al momento solo 44 milioni” di spesa per il secondo trimestre del 2021 “quindi c’è ancora ampio spazio per potenziare ancora di più”.
    Sulla base dei dati forniti dalle Regioni/Province Autonome e da Trenitalia, si stima un aumento dei servizi negli orari “di punta” pari al 10% sui treni e al 15%-20% sui mezzi del Tpl”.
    Secondo quanto riferito dal Ministro: “I servizi aggiuntivi previsti per l’autunno 2021 sono pari a 3,4 volte quelli messi in campo a settembre 2020. Mentre i servizi aggiuntivi previsti per la seconda parte dell’anno in corso sono superiori del 9,3% a quelli rendicontati nel primo semestre. Il numero di mezzi dedicati ai servizi aggiuntivi per il secondo semestre 2021 è pari a 5.703”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source